EMERGENZA COVID - 19: PROVVEDIMENTI DISPOSIZIONI INFORMATIVE DEL COMUNE

EMERGENZA COVID - 19: PROVVEDIMENTI DISPOSIZIONI INFORMATIVE DEL COMUNE

Comune di Ferentino
Notizie dal Comune
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
Immagini
EMERGENZA COVID - 19: PROVVEDIMENTI DISPOSIZIONI INFORMATIVE DEL COMUNE
insieme loghi
11-03-2020 -
.
   
   
  .
Ordinanza del Presidente Regione Lazio n. Z00041 del 16.05.2020 .

Emergenza Covid - 19Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 46

16 Maggio 2020


Il Consiglio dei ministri, su proposta del presidente Giuseppe Conte e del ministro della salute Roberto Speranza, ha approvato un decreto legge che introduce ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19. Il decreto delinea il quadro normativo nazionale all’interno del quale, dal 18 maggio al 31 luglio 2020, con appositi decreti od ordinanze, statali, regionali o comunali, potranno essere disciplinati gli spostamenti delle persone fisiche e le modalità di svolgimento delle attività economiche, produttive e sociali.


Spostamenti


NELLA STESSA REGIONE

A partire dal 18 maggio, gli spostamenti delle persone all’interno del territorio della stessa regione non saranno soggetti ad alcuna limitazione. Lo Stato o le Regioni, in base a quanto previsto dal decreto legge 25 marzo 2020, n. 19, potranno adottare o reiterare misure limitative della circolazione all’interno del territorio regionale relativamente a specifiche aree interessate da un particolare aggravamento della situazione epidemiologica.


TRA REGIONI DIVERSE

Fino al 2 giugno restano vietati gli spostamenti, con mezzi di trasporto pubblici e privati, in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente ci si trova, così come quelli da e per l’estero, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute; resta in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

A decorrere dal 3 giugno, gli spostamenti tra regioni diverse potranno essere limitati solo con provvedimenti statali adottati ai sensi dell’articolo 2 del decretolegge 25 marzo 2020, n. 19, in relazione a specifiche aree del territorio nazionale, secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico effettivamente presente in dette aree.


DA E PER L'ESTERO

Tali norme varranno anche per gli spostamenti da e per l’estero, che potranno essere limitati solo con provvedimenti statali anche in relazione a specifici Stati e territori, secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico e nel rispetto dei vincoli derivanti dall’ordinamento dell’Unione europea e degli obblighi internazionali. Saranno comunque consentiti gli spostamenti tra la Città del Vaticano o la Repubblica di San Marino e le regioni confinanti.


DIVIETO DI MOBILITA' PER CHI È IN QUARANTENA

È confermato il divieto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per le persone sottoposte alla misura della quarantena per provvedimento dell’autorità sanitaria in quanto risultate positive al virus Covid-19, fino all’accertamento della guarigione o al ricovero in una struttura sanitaria o altra struttura allo scopo destinata. La quarantena precauzionale è applicata con provvedimento dell’autorità sanitaria ai soggetti che hanno avuto contatti stretti con casi confermati di soggetti positivi al virus Covid-19 e agli altri soggetti indicati con i provvedimenti adottati ai sensi dell'articolo 2 del decreto legge n.19 del 2020.


DIVIETO DI ASSEMBRAMENTI

Resta vietato, l’assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.


FUNZIONI RELIGIOSE

Le funzioni religiose con la partecipazione di persone si svolgono nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo e dalle rispettive confessioni, contenenti le misure idonee a prevenire il rischio di contagio.


Attività economiche, produttive e sociali

A partire dal 18 maggio, le attività economiche, produttive e sociali devono svolgersi nel rispetto dei contenuti di protocolli o linee guida, idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in ambiti analoghi, adottati dalle regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome, nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali. In assenza di quelli regionali trovano applicazione i protocolli o le linee guida adottati a livello nazionale. Le misure limitative delle attività economiche e produttive possono essere adottate, nel rispetto dei principi di adeguatezza e proporzionalità, con provvedimenti statali emanati ai sensi dell’articolo 2 del decreto legge n. 19 del 2020 o, nelle more di tali provvedimenti, dalle Regioni.


MONITORAGGIO REGIONALE

Per garantire lo svolgimento in condizioni di sicurezza delle attività economiche, produttive e sociali, le regioni monitorano con cadenza giornaliera l'andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e, in relazione a tale andamento, le condizioni di adeguatezza del sistema sanitario regionale. I dati del monitoraggio sono comunicati giornalmente dalle regioni al ministero della Salute, all’Istituto superiore di sanità e al Comitato tecnico-scientifico. In relazione all’andamento della situazione epidemiologica sul territorio, la singola regione, informando contestualmente il ministro della Salute, può introdurre misure derogatorie, ampliative o restrittive, rispetto a quelle disposte a livello statale.


Sanzioni

Il mancato rispetto dei contenuti dei protocolli o delle linee guida regionali o, in assenza, nazionali, che non assicuri adeguati livelli di protezione, determina la sospensione dell’attività economica o produttiva fino al ripristino delle condizioni di sicurezza. 

Salvo che il fatto costituisca reato diverso da quello di cui all’articolo 650 del codice penale (“Inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità”), le violazioni delle disposizioni del decreto, o dei decreti e delle ordinanze emanati per darne attuazione, sono punite con la sanzione amministrativa di cui all’articolo 4, comma 1, del decreto legge 25 marzo 2020 n.19, che prevede il pagamento di una somma da euro 400 a euro 3.000, aumentata fino a un terzo se la violazione avviene mediante l'utilizzo di un veicolo.

Nei casi in cui la violazione sia commessa nell’esercizio di un’attività di impresa, si applica altresì la sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell’esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni. Ove necessario per impedire la prosecuzione o la reiterazione della violazione, l’autorità procedente può disporre la chiusura provvisoria dell’attività o dell’esercizio per una durata non superiore a 5 giorni, eventualmente da scomputare dalla sanzione accessoria definitivamente irrogata, in sede di sua esecuzione. In caso di reiterata violazione della medesima disposizione la sanzione amministrativa è raddoppiata e quella accessoria è applicata nella misura massima.

 

.
.

.AL VIA DA OGGI IL PROGETTO ‘LA CITTA’ RIPARTE IN SICUREZZA’

 

“La città riparte in sicurezza”: la Giunta Pompeo vara il piano di ripartenza


Mascherine a domicilio per ogni cittadino, contributi straordinari ad attività e imprese professionali e burocrazia zero sulla tassa di occupazione del suolo pubblico


Il sindaco Pompeo: lavoriamo per la ripresa di tutta la città. Più forti insieme

Un vero e proprio piano di ripartenza per Ferentino con l’attenzione primaria alla salute dei cittadini.

È quello messo in campo dalla Giunta comunale del sindaco Antonio Pompeo che, nella riunione in videoconferenza di questa mattina, ha deliberato importanti misure a sostegno del tessuto economico e produttivo della città, partendo proprio dalla necessità di garantire la sicurezza di tutta la comunità per contrastare la diffusione del coronavirus, che ha causato un’emergenza senza precedenti e colpito a morte l’intero Paese.


Questi gli interventi adottati che, come fa sapere lo stesso primo cittadino, saranno seguiti da altre misure a sostegno di famiglie e imprese:


Consegna di 20.731 mascherine, in tessuto lavabile e riutilizzabili che, grazie a un accordo sottoscritto dal Comune con Poste Italiane, saranno recapitate al domicilio di ogni singolo cittadino, in modo tale che tutti potranno essere dotati del dispositivo di protezione individuale


Contributo straordinario di 500 euro per tutte le attività produttive e professionali della città che appartengono all’elenco dei codici Ateco sospesi indicati nei Dpcm 11/03/2020 e 22/03/2020 e relative ordinanze ministeriali. Si tratta, nello specifico, di un contributo a fondo perduto e per il quale possono presentare domanda le aziende che siano costituite entro la data dell’8 marzo 2020. L’avviso contenente i requisiti, le modalità, la tempistica per la presentazione delle richieste e tutte le informazioni necessarie è è reperibile sul sito istituzionale dell’ente www.comune.ferentino.fr.it e sul portale ComunicaCity


Interventi sulla tassa di occupazione del suolo pubblico: è in via di predisposizione, e sarà varato nei prossimi giorni, un provvedimento che prevede lo snellimento delle procedure relative all’utilizzo delle aree, l’aumento degli spazi attualmente a disposizione e l’abbattimento dei relativi costi.


“Dopo il lungo periodo di inattività e paralisi, – è il commento del sindaco Antonio Pompeo – necessario per contrastare con rapidità ed efficacia la diffusione del coronavirus che ha provocato questa durissima fase emergenziale, siamo pronti a riaccendere i motori della città in tutta sicurezza. È per questo che abbiamo pensato di dotare ogni singolo cittadino di una mascherina, lavabile e riutilizzabile più volte, che faremo recapitare, a partire da domani, in tutte le abitazioni, grazie a un accordo con la società di Poste Italiane. E poi un intervento a favore di attività commerciali, professionali e aziende di Ferentino, che sono state costrette alla chiusura a causa del Covid-19: un contributo straordinario di 500 euro come primo aiuto per riavviare il processo economico, produttivo e professionale verso la normalità. Anzi no: verso un futuro che ci impegneremo affinché sia migliore e ancora più gratificante.


Insieme agli assessori, che stanno sostenendo il mio operato in questo momento difficile e che ringrazio per il loro impegno, – continua Pompeo – stiamo inoltre lavorando al provvedimento con il quale intendiamo semplificare le procedure per l’utilizzo degli spazi del suolo pubblico, anche nell’ottica di un abbassamento della tassa. Un progetto che si inserisce in un programma di strumenti mirati a sostenere tutti i settori e i comparti della nostra città, a cominciare dal singolo cittadino, che nell’Amministrazione sa di poter trovare sempre un punto di riferimento. La promessa che, da sindaco, ho fatto a tutta la comunità – conclude il sindaco – è quella di oltrepassare, insieme, il tunnel in cui improvvisamente siamo entrati. Lo farò e sono certo di riuscirci perché non sarò solo: la nostra ha dimostrato di essere, ancora e sempre, una grande, bella e forte comunità. Uniti ce la faremo!”.  (fonte ComunicaCity)

 

.AVVISO: pubblicazione Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 26 aprile 2020

Si pubblica il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell 26 aprile 2020 con misure riguardanti il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del Coronavirus.


Che cosa si può fare dal 4 maggio 2020:


Spostamenti:

Saranno consentiti «solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute» ma si «considerano necessari gli spostamenti per incontrare congiunti purché venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento e vengano utilizzate le mascherine». E dunque ci si potrà muovere all’interno della propria Regione di residenza ma soltanto per questi motivi. Per andare in un’altra Regione bisognerà invece avere «comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute».


Visite ai parenti:

La novità è la possibilità di spostarsi per visite «mirate» ai congiunti, ma il divieto di assembramento rimane e gli incontri devono avvenire sempre «nel rispetto delle distanze e con le mascherine».


Autocertificazione:

Resta l’obbligo di autocertificazione


Dispositivi di protezione:

Nei luoghi chiusi la mascherina diventa obbligatoria. E quindi dentro i negozi, negli uffici, nelle fabbriche, sugli autobus, sulla metropolitana, nei treni e a bordo degli aerei.

Si è deciso di emanare una circolare per fissa il prezzo massimo delle mascherine chirurgiche, così da evitare abusi e speculazioni di mercato.


Parchi:

Parchi, ville e giardini pubblici riapriranno su tutto il territorio nazionale, ma sono chiusi gli ingressi alle attrezzature riservate ai bambini e i Sindaci potranno attuare restrizioni, sempre seguendo la curva dei contagi.


Sport all’aperto:

Non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’esterno, mentre sarà possibile praticare attività sportiva o motoria in modo individuale o con accompagnatore per i minori o per le persone non autosufficienti, rispettando la distanza di sicurezza di almeno 2 metri per l’attività sportiva e di 1 metro per tutte le altre attività.


Messe e funerali:

Sono sospese le cerimonie civili e religiose ma si potranno soltanto celebrare i funerali, purché alla funzione non prendano parte più di quindici persone con mascherine e rimanendo a distanza. Le persone ammesse alle funzioni dovranno essere soltanto i familiari più stretti.


Cibo da asporto:

Bar e ristoranti rimangono chiusi ma sarà possibile acquistare cibo da asporto «da consumare a casa o in ufficio» e non rimanendo davanti ai locali.


E altre indicazioni sono contenute all’interno del DPCM consultabile in calce.

Le disposizioni saranno effettive dal 4 maggio 2020.

Il PDF integrale del Decreto può essere scaricato CLICCANDO QUI – DPCM 26 aprile 2020

 

 

.

FERENTINO: NEL BILANCIO DI PREVISIONE 2020 INTERVENTI PER LA RIPRESA DALL’EMERGENZA COVID-19

Sospensione dei tributi comunali, contributi diretti alle imprese, concessione di spazi pubblici alle attività commerciali e mascherine per tutti i cittadini


Il sindaco Pompeo: così la nostra città è pronta a ripartire in tutta sicurezza

Il Consiglio comunale di Ferentino, nella seduta del Consiglio Comunale del 23 aprile, ha approvato il bilancio di previsione 2020, con 13 voti favorevoli e 2 contrari. Pur mantenendo un modello amministrativo consolidato – attenzione specifica a mondo del lavoro, del commercio e della scuola, tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini, priorità alla manutenzione e allo sviluppo del territorio e conferma di tutti i servizi a domanda – prevede specifici interventi e misure economiche per contrastare l’emergenza sanitaria che ha colpito l’intero Paese.

La seduta, che si è svolta nel rispetto di tutte le misure di sicurezza previste dalla normativa anti-Covid, è stata preceduta da un minuto di silenzio in memoria delle vittime del coronavirus.


LE MISURE ECONOMICHE ANTI-COVID 19

Oltre a una prima manovra ‘salva famiglia’, con la quale l’Amministrazione Pompeo ha sospeso tutti i tributi comunali e differito i pagamenti di Tosap e Icp al 30 giugno 2020, sospeso le rate per mensa e trasporto scolastici, asili nido e assistenza familiare fino alla ripresa dei servizi, il 9 aprile scorso la Giunta comunale ha approvato un emendamento, discusso e approvato oggi in Aula, che sposta le risorse delle manifestazioni culturali, sportive e sociali ai capitoli di spesa per il sostegno economico di famiglie e imprese.

Una prima iniezione di liquidità per sostenere i contesti familiari più fragili, le imprese e le attività commerciali in difficoltà a causa del fermo causato dal coronavirus.

A queste vanno ad aggiungersi altre misure di aiuto alla collettività, messi in campo per affrontare questo periodo di emergenza: dal servizio a domicilio per la consegna di beni di prima necessità e farmaci a quello delle corse del trasporto pubblico a chiamata; dall’erogazione dei buoni spesa a un conto corrente dedicato per le donazioni a sostegno di famiglie in difficoltà.


I PRIMI INTERVENTI DEL PIANO PER LA RIPRESA

In vista della ripartenza, dunque, il sindaco, nel corso del consiglio comunale, ha annunciato gli interventi che l’Amministrazione comunale metterà in campo nei prossimi giorni:

  • Sicurezza della popolazione: il Comune, attraverso un accordo con Poste Italiane Spa, recapiterà a casa una mascherina, lavabile e riutilizzabile, per ciascun cittadino. Un dispositivo di protezione individuale da indossare soprattutto nella fase di ripartenza, quando, gradualmente, riprenderanno attività e spostamenti, accanto al necessario distanziamento sociale per evitare il rischio di contagi;
  • Contributi alle imprese e alle attività produttive;
  • Abbattimento e agevolazioni per l’utilizzo del suolo pubblico da parte di bar, ristoranti e attività commerciali

GLI ALTRI PUNTI DEL BILANCIO

Conferma del servizio civico per coloro che sono senza lavoro

Anche per il 2020, le persone prive di occupazione avranno la possibilità di essere impiegate in lavori di pubblica utilità, garantendo dignità agli interessati dai progetti e un beneficio alla collettività.


Incentivi per l’apertura di nuovi esercizi commerciali

Confermati gli incentivi per l’apertura di nuovi esercizi commerciali, in particolare nel centro storico: sconto sulle imposte comunali per coloro che avviano un’attività o che l’hanno avviata da un massimo di sei mesi.


Incentivi per lo smaltimento amianto

Conferma degli incentivi per lo smaltimento di cemento-amianto. Si tratta di interventi fondamentali per la tutela della salute e per sorvegliare il corretto smaltimento dei rifiuti pericolosi.


Borse di studio ‘Il Meritevole’ e nuovi progetti con le scuole

Premiare l’impegno dei ragazzi e quello delle famiglie, valorizzando il ruolo della scuola e confermando la continua collaborazione che caratterizza il rapporto tra Comune e Istituzioni scolastiche. Questo l’obiettivo del progetto “Il Meritevole”, istituito dall’amministrazione Pompeo nel 2014 e che ha ottenuto sempre grande consenso. Sostegno alle scuole per la realizzazione di progetti di formazione e assistenza.


Manutenzione, lavori pubblici e decoro urbano

Anche per il 2020 il settore della manutenzione e decoro urbano sarà parte importante delle attività dell’amministratore comunale di Ferentino. Priorità agli interventi per rimuovere il dissesto idrogeologico, al programma già avviato per la messa in sicurezza degli istituti scolastici, al potenziamento della pubblica illuminazione e dell’arredo urbano nelle zone attualmente sprovviste.


Agevolazioni e iniziative sociali

I cittadini che vorranno mettersi in regola con i tributi comunali, pagando di meno, potranno usufruire del regolamento che il Comune ha adottato per il ravvedimento operoso.

Particolare attenzione alle famiglie, ai giovani, agli anziani, a coloro che vivono situazioni di disagio e difficoltà, attraverso il settore dei servizi sociali.


Prossimi obiettivi

Apertura del parcheggio casello autostradale, rotatoria Pontegrande, parcheggio stazione ferroviaria (prossima la firma della convenzione con Rfi), Museo, ampliamento cimitero, riqualificazione accesso nord della città, efficientamento energetico pubblica illuminazione, interventi per rimuovere il dissesto idrogeologico, messa in sicurezza, adeguamento antisismico ed efficientamento per le scuole, grazie a nuovi finanziamenti, isola ecologica. SIN Valle del Sacco: Bonifica del sito della Cartiera, di concerto con Regione e Ministero dell’ambiente.

“Un documento di bilancio che – sottolinea il sindaco Antonio Pompeo – accanto alle innumerevoli misure concrete per il futuro della nostra città, deve necessariamente tenere conto della crisi causata dal coronavirus che, da sanitaria, è presto diventata anche economica. In questo senso va sia la decisione di spostare tutte le risorse delle manifestazioni sportive e culturali all’emergenza Covid-19, sia quella di aiutare concretamente le imprese e le attività commerciali attraverso contributi diretti e misure specifiche sull’utilizzo del suolo pubblico per tutti gli esercizi della ristorazione in cui non si potrà consumare al banco o sarà difficile disporre di spazi sufficienti all’interno dei locali stessi. L’attenzione primaria, però, è riservata alla salute ed è per questo che abbiamo pensato di dotare ogni cittadino di una mascherina di protezione. Accanto a questo – conclude il primo cittadino – le tante opere in programma, che contiamo di realizzare nel rispetto delle nuove misure di sicurezza, vogliono essere anche uno strumento per stimolare la crescita economica, affrontando una fase di emergenza che ha paralizzato le nostre vite ma che, insieme, sapremo trasformare in opportunità di crescita e di miglioramento. Ripartiremo più forti di prima“.

 

.

 

 
 
 

EMERGENZA COVID-19: AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI STRAORDINARI PER IL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE - ANNO 2020

EMERGENZA COVID - 19: il Comune di Ferentino attiva un conto dedicato
EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19 – INFORMAZIONE AI CONTRIBUENTI

EMERGENZA COVID - 19 - FORTI INSIEME

EMERGENZA COVID-19 INTERVENTI DI SOLIDARIETÀ IN FAVORE DI CITTADINI IN CONSEGENZA DELL'EMERGENZA COVID-19 SECONDA FASE MAGGIO 2020

EMERGENZA COVID - 19 - INTERVENTI DI SOLIDARIETA' IN FAVORE DEI CITTADINI

EMERGENZA COVID-19: IL COMUNE DI FERENTINO ISTITUISCE IL SERVIZIO A DOMICILIO

EMERGENZA COVID-19: MANOVRA SALVA FAMIGLIA' (Sospensione Tributi Comunali ecc...)

EMERGENZA COVID-19: ACCORDO TRA IL COMUNE DI FERENTINO E LA DITTA CIALONE TOUR SPA

EMERGENZA COVID - 19: Organizzazione uffici del Comune

EMERGENZA COVID-19: CIMITERO COMUNALE

EMERGENZA COVID-19: FARMACIE DI FERENTINO CHE EFFETTUANO LA CONSEGNA A DOMICILIO

EMERGENZA COVID-19: ELENCO ATTIVITA' ALIMENTARI CON CONSEGNA A DOMICILIO

EMERGENZA COVID-19: RACCOLTA RIFIUTI

EMERGENZA COVID-19: POSSOMUOVERMI . Le regole per gli spostamenti - Nuova autocertificazione

EMERGENZA COVID-19: ASL FROSINONE

EMERGENZA COVID-19. VIDEO INFORMATIVI E LINK UTILI

 


Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

Piazza Matteotti
22-05-2020 -
MISURE DI CONTRASTO ALL'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA COVID-19 RIPRISTINO ORARI UFFICI COMUNALI E DEFINIZIONE DELLE MODALITÀ DI ACCESSO AL PUBBLICO Uffici comunali: ripristinati gli orari di apertura al pubblico Fino ....
logo buoni spesa
08-05-2020 -
AVVISO - EMERGENZA COVID-19 INTERVENTI DI SOLIDARIETÀ IN FAVORE DI CITTADINI IN CONSEGUENZA DELL'EMERGENZA COVID-19 SECONDA FASE MAGGIO 2020​ REQUISITI - OBIETTIVI - IMPORTI ed EROGAZIONE Per quanti, ....
logo polizia municipale
27-04-2020 -
POLIZIA MUNICIPALE:  EMERGENZA COVID-19: NUOVE INFORMAZIONI SOSPENSIONE TERMINI RIGUARDANTI SANZIONI AMMINISTRATIVE PER EMERGENZA SANITARIA COVID-19 . Circolare del Ministero degli Interni del ....
logo contribuenti
21-04-2020 -
Area “Economico-Finanziaria ed Attività Produttive” Informazione ai Contribuenti IMU 2020 SI COMUNICANO gli indirizzi e-mail attraverso i quali si potranno effettuare eventuali richieste per ....
logo
04-01-2018 -
Nuova Carta d’Identità Elettronica (CIE) A partire da mercoledì 10 gennaio 2018 questo Comune rilascerà la nuova Carta d’Identità Elettronica e non sarà ....

Stemma del Comune di Ferentino
Il portale del Comune di Ferentino (FR) è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

Responsabile del Procedimento di pubblicazione - Privacy - Note legali - Posta Elettronica Certificata - Contatta il Comune

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Ferentino (FR) è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A.